Max Ackermann, nasce a Berlino, si trasferisce per motivi di studio a Dresda e Monaco per poi stabilirsi a Stoccarda. Nello studio personale di via Urban 21 a Stoccarda, inaugura un “Laboratorio per Arte contemporanea“. In seguito presenta le sue opere a diverse esposizioni, gestisce convegni e forma un seminario per “Arte assoluta “. Dal anno 1936 l’ artista trova una nuova patria sul lago di Costanza , il quale paesaggio lo ha influenzato particolarmente, ma nello stesso tempo gli ha stretto gli orizzonti. Nella sua arte, il paesaggio reale si trasforma in astrazione, sviluppo che elabora anche nell‘ arte figurativa.

Richiedi informazioni